Potatura alberi

Potatura alberi

Mi piace la definizione di potatura che possiamo trovare su Wikipedia: 

La potatura consiste in una gamma di interventi atti a modificare il modo naturale di vegetare e di fruttificare di una pianta” [fonte Wikipedia].

Focalizzerei l’attenzione su “modificare il modo naturale di vegetare” 

Esattamente, è proprio questo che facciamo è ciò ci fa capire che è una cosa molto importante! Quel che facciamo è rompere un equilibrio che la pianta ha costruito in anni, decenni, magari secoli! Con ogni singolo taglio o modifica dell’intorno che attuiamo. 

È un’operazione dedicata e fondamentale ed è necessaria solo perché vogliamo vivere a contatto con i nostri amici alberi o perché vogliamo ottenere specifiche reazioni: Frutta legna…. Altrimenti non servirebbe a nulla, gli alberi si arrangiano da soli da milioni di anni. 

Volendo vivere a stretto contatto con loro (ottima scelta) dobbiamo pensare ad allevarli, a curarli, a mantenerli e a ridurre il rischio che, insieme agli innumerevoli benefici, portano con se.  

Abbiamo enormi pesi sospesi, magari a decine di metri di altezza e dobbiamo aiutare la pianta a stare bene, agevolandone la stabilità, riducendo il peso (che comunque saprebbe sostenere) correggendo difetti evidenti (anche la natura può fare qualche “errore”). 

Potare può significare quindi in primis rimonda del secco, contenimento se abbiamo ostacoli che la pianta incontra nel suo sviluppo, diradamento, alleggerimento, formazione… Differenti azioni, differenti potature.

Ci sono vari tipi di potatura, appunto ma una regola fondamentale è NO alla capitozzatura, la potatura deve essere sempre leggera, si dice che una potatura ben fatta non si vede. Ho materiale di risulta ma la pianta mantiene un bell’aspetto, naturale. 

Ricordiamoci che stiamo parliamo di Arboricoltura ornamentale che nella maggior parte dei casi è “Arboricoltura urbana”. 

 Molto importante è conoscere la storia della pianta è ancora più importante che si sia applicata la regola numero uno nella messa a dimora: 

“Pianta giusta al posto giusto!” 

 

Se ho un’aiuola di 4m2 non ci posso mettere una pianta che raggiunge i 30m di altezza. In questi casi purtroppo la soluzione è la sostituzione perché le dimensioni posso essere ridotte ma fino ad un certo punto, non possiamo andare contro quello che è scritto nel DNA della specie. 

 

Potare è quindi un lavoro molto Tecnico che deve essere affidato a professionisti esperti e preparati. 

 

Per le potature di piante  ad alto fusto esistono tecnici preparati detti arboricoltori o meglio arboristi che hanno un percorso formativo specifico, un abilitazione ai lavori in quota secondo l’Art.116 del Decreto legislativo n° 81, 9 aprile 2008 se devono lavorare in treeclimbing oppure un “patentino” se su piattaforme.  

 

Il tecnico per eccellenza in questo tipo di operazione è una persona qualificata con esperienza specifica nel campo. Purtroppo in Italia non esiste ancora un percorso specifico riconosciuto. 

Un buon riconoscimento della professionalità ottenibile anche in Italia tramite un esame approfondito è la Certificazione ETW  European Treeworker gestita da un ente certificatore Europeo. Purtroppo in Italia è ancora a titolo volontario e non è richiesta per l’esercizio della nostra professione come succede in altri stati europei. 

Contattaci

Contattaci per avere info a riguardo.