Come lavoriamo

Come lavoriamo

Per capire cosa tagliare è meglio salire nel cuore delle diramazioni.
Anche nella vita: chi osserva i problemi solo dall’esterno, spesso taglia i rami sbagliati.

Perciò, con la tecnica del Treeclimbing, saliamo sull’albero e cambiamo prospettiva; per lavorare all’altezza.
Agiamo con le nuove tecniche sull’antica storia degli alberi, rispettandola.
La formazione continua è importante ed è alla base della nostra crescita, di ogni miglioramento.

 

Il Treeclimbing non è un’esibizione.

La prima cosa da dire è che il nostro è un lavoro.

Quando arrampichiamo, quando facciamo Treeclimbing, qualcuno ci trova abbastanza spettacolari e “acrobatici”, ma noi non ci teniamo affatto a considerare il nostro lavoro quotidiano come se fosse uno sport estremo.

Diamo molta importanza alla sicurezza, alla prevenzione; usiamo tutti i dispositivi di protezione individuali (DPI) necessari per compiere un lavoro efficace e sicuro. Siamo abilitati all’impiego di sistemi di accesso e posizionamento mediante funi secondi l’art.116 comma 2 e allegato XXI D.lgs 81/2008; certificazione necessaria per lavorare in quota, sugli alberi.

Siamo professionisti scientificamente rigorosi e tecnicamente preparati: se ci guardate solo dal punto di vista “acrobatico”, rischiate anche di fraintendere l’importanza della nostra formazione tecnica e delle conoscenze scientifiche  necessarie per compiere il nostro lavoro, che invece sono i due motivi principali per cui veniamo chiamati.

Mission:

gli alberi sono fondamentali per la vita dell’uomo. Producono l’ossigeno che respiriamo, ci forniscono ombra e raffrescamento in estate, riducono l’erosione del terreno, rallentano la velocità delle acque meteoriche,  infrangono il vento, danno valore estetico alle abitazioni, hanno valore estetico (sono meravigliosi) e altro ancora. Cose che spesso sottovalutiamo o che diamo per scontato. Per darci tutto questo hanno bisogno di essere in salute. Saprebbero anche arrangiarsi da soli certo, sono sul nostro pianeta da molto molto più tempo di noi. Ma l’ambiente urbano non è proprio il loro habitat ideale. E l’ignoranza degli uomini è spesso il peggior nemico.

Il nostro compito è aiutare gli alberi nella difficile convivenza con l’uomo. Difenderli spesso è la parola più appropriata.

Chi siamo

Conosciamo l’albero e quando lo curiamo ne rispettiamo la salute e la bellezza, la naturalezza.

Mi chiamo Massimo e faccio questo lavoro per scelta.